Il 6 settembre 1995 nasceva Velut Luna, un’etichetta discografica indipendente che fin nel suo atto costitutivo ha fissato come cardine e motore portante della propria attività la valorizzazione dei giovani talenti, supportati dalla professionalità e dall’esempio dei grandi maestri, nella produzione di musica di alto profilo artistico, pur senza limitazioni di “confine”. Velut Luna ha sempre prodotto grande musica a 360°, spaziando dalla più tradizionale musica classica, al jazz, alla canzone d’autore, al “crossover”: quest’ultimo particolarissimo e sfuggente “genere”, nell’ambito degli oltre 260 titoli prodotti, riveste forse il ruolo più importante, nella spasmodica ricerca del Nuovo, mai disgiunto però dal Bello, senza mai rinunciare ad una ricerca estetica sempre finalizzata al contenuto.

Marco Lincetto

Marco Lincetto, fondatore di Velut Luna – produttore musicale, art director e fotografo – letteralmente da sempre, pur fieramente legato alla sua identità culturale di Italiano, ha sviluppato e coltivato un profondo amore per gli Stati Uniti d’America, identificandosi completamente nei grandi valori civili della più grande e più antica democrazia del pianeta, imparando ad amare i grandi orizzonti del continente USA ed i suoi cittadini, nel corso di lunghi e costanti viaggi che fin dal 1987, metodicamente, ha compiuto negli USA, arrivando a visitare oltre quaranta stati, vuoi semplicemente per amore del Grande Paese e della sua “way of life”, vuoi anche per lavoro. Marco Lincetto può oggi considerare come suoi più cari amici molti cittadini americani, con cui ha avuto la fortuna di collaborare prima a livello professionale e poi, appunto, di sviluppare anche un sincero sentimento di amicizia.

Velut Luna, oggi, esporta negli USA la propria arte grazie all’attività di distribuzione on line della società HDtracks, che ha sede a New York, ed identifica concretamente negli USA il proprio principale e più significativo mercato (per quanto si possa usare questo termine, parlando dell’Arte Musicale).

Ecco quindi che è apparso subito naturale ed immediato identificare in questo progetto l’ideale celebrazione di vent’anni di attività nel campo della Musica.

Si tratta di un progetto di grande respiro che unisce la valorizzazione dei migliori talenti giovani, con il sostegno di affermate e ben note artiste nei ruoli solistici, a un ideale gemellaggio fra due grandi paesi quali sono USA e Italia.

Il progetto si articola in tre fasi, fra loro strettamente connesse:

  1. realizzazione di un CD nel maggio 2015, che verrà pubblicato in contemporanea mondiale il 1 ottobre 2015;
  2. realizzazione del concerto di gala di presentazione del CD in Italia, a Padova, Auditorium Pollini, 17 ottobre 2015, ore 21.00
  3. realizzazione del concerto di gala di presentazione del CD negli USA, a Washington DC, Ambasciata Italiana, 5 aprile 2016.

Nell’ottica della premessa, CD e concerto saranno perfettamente bilanciati nella proposta di brani pienamente rappresentativi degli USA e dell’Italia. Si tratta di musica celeberrima, interpretata da una grande orchestra sinfonica che accompagnerà due grandi cantanti soliste, una americana ed una italiana.

  • I’ te vurria vasà (classico napoletano – Rosella Caporale, voce)
  • Era de’ maggio (classico napoletano – Rosella Caporale, voce)
  • Voce e notte (classico napoletano – Rosella Caporale, voce)
  • Luna Saracena (inedito napoletano – Rosella Caporale, voce)
  • Il Chiodo (inedito scritto appositamente per questo evento – Rosella Caporale, voce)
  • God Bless America (Irving Berlin – Cheryl Porter, voce)
  • America is ( Cheryl Porter, voce)
  • I Look To You (- Cheryl Porter, voce)
  • God Bless USA (country, Lee Greenwood – Cheryl Porter, voce)
  • Consequence (inedito, scritto appositamente per questo progetto- Cheryl Porter, voce)
  • Time To Say Goodbye / Con te partirò (Cheryl Porter e Rosella Caporale: duetto con testo misto Italiano / Inglese)

e poi due brani solo orchestrali:

  • Fanfare For The Common Man (Aaron Copland)
  • Intermezzo da “Cavalleria Rusticana (Pietro Mascagni)

In questo programma “concept” ci sono alcuni motivi di interesse musicale ben precisi:  i tre brani inediti, di cui due scritti appositamente per l’evento; il veramente incredibile arrangiamento in stile classico per grande orchestra di due brani country, normalmente eseguiti con le classiche band con batteria e chitarre elettriche; l’altrettanto incredibile arrangiamento del brano I look To You che vedrà gli archi sostituire le parti corali classiche, a fianco della parte della solista: anche questa soluzione assolutamente originale e mai realizzata prima d’ora

 Il progetto ha ottenuto il patrocinio di

Consolato Generale USA di Milano

Consolato Generale USA di Milano

Ambasciata Italiana a Washington DC

Ambasciata Italiana a Washington DC

E poi gli interpreti.

Il disco ed il concerto in Italia vedrà protagonisti l’Orchestra Sinfonica del Conservatorio di Musica “Cesare Pollini” di Padova diretta dal M° Giuliano Medeossi con Cheryl Porter, interprete dei brani americani, e con Rosella Caporale, interprete dei brani italiani.

M° Giuliano Medeossi

Giuliano Medeossi

Rosella Caporale

Rosella Caporale

Cheryl Porter

Cheryl Porter

Graditissimi ospiti saranno cinque ragazzi americani dell’AYPO che sarà invece protagonista del concerto in America: l’American Youth Philarmonic Orchestra, diretta dai Maestri Christopher Zimmerman e Simone Tonin, sempre con soliste Cheryl Porter e Rosella Caporale, si esibirà con ospiti 5 ragazzi dell’orchestra del Pollini a Washington DC il 5 aprile 2016.

Importantissimo sottolineare come Simone Tonin sia l’autore di tutto gli arrangiamenti musicali originali, scritti appositamente per questo progetto. Un grande e raffinato lavoro, che porta in viva luce un giovane (23 anni) di grandissimo talento e che avrà un grande futuro nel mondo della musica.

Simone Tonin

Simone Tonin

Orchestra Sinfonica del Conservatorio di Musica "Cesare Pollini" di Padova

Orchestra Sinfonica del Conservatorio di Musica “Cesare Pollini” di Padova

Va sottolineato infine come uno degli obbiettivi principali di questo progetto sia il gemellaggio fra due grandi e prestigiose scuole di musica, con l’intento di unire in un ideale abbraccio della cultura e della musica i giovani artisti italiani e americani.

E motore instancabile di tutto il progetto è AIFIC, American Initiative For Italian Culture, con sede a Washington DC, grazie al grande lavoro di coordinamento di Elisabetta Savigni Ullmann e Maria Gliozzi.

Fondamentali partner tecnici e sponsor istituzionali che con questa partnership consolidano una collaborazione con Velut Luna che dura ininterrottamente da oltre dieci anni sono tre ditte italiane che si distinguono nel mondo per la qualità assoluta dei loro prodotti dedicati all’Hi-End della riproduzione del suono: EXTREME AUDIO di Aldo Zaninello, GRANDINOTE di Max Magri, FABER’S CABLE di Fabrizio Baretta.

Ultima, ma non ultima considerazione sulla qualità tecnica della registrazione. Come sempre realizzata secondo altissimi standard qualitativi, è stata effettutata nel grande Auditorium Pollini di Padova con un sistema digitale a 24 tracce in standard 24bit/88.2kHz utilizzando per le voci gli strepitosi microfoni Ribera R12.

È stato anche realizzato un master in dominio analogico, su bobina da 1/4″ a 38cm/sec a cura di Antonio Lanfranca, da cui potranno essere tratte copie 1:1 di altissima qualità per gli appassionati dei classici RTR che lo desidereranno.

 

Potete acquistare il disco qui:

HD Music Store

HD Music Store (Analogue Master)

HD Music Store

HD Music Store

Spotify

Spotify

Deezer

Deezer

iTunes

iTunes

 


Pubblica un tuo commento

Articolo successivo
Articolo precedente